[tratto da “Il libro del Tao”]

 

Abbandona lo studio ed eliminerai le tue afflizioni.

Quanto intercorre tra il rispondere sì con prontezza o tardando?

Io non posso temere ciò che temono gli altri.

Come sono distanti, e ancora non si fermano!

Tutti gli uomini sono sfrenati come se fossero a una festa o a un banchetto, come se in primavera facessero un’escursione salendo su una torre.

Io solo invece sono tranquillo, come chi non ha nulla da fare. Sono come un neonato che ancora non ha imparato a sorridere.

Preferisco starmene da solo, senza alcuna necessità di andare in qualche luogo.

Il mio sciocco cuore è così confuso!

Gli uomini sono brillanti, solo io sembro confuso.

Gli uomini si intromettono in ogni cosa, solo io sembro disinteressato.

Sono agitato come il mare; sono scosso come chi non ha un punto fermo.

Tutti gli uomini sono affaccendati, solo io sembro incomprensibile e inutile.

Solo io mi differenzio dagli altri e ciò accade perché mi dedico alla più elevata disciplina che nutre l’anima.

~~~~

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata